Tasse sulle Plusvalenze a Lungo Termine e a Breve Termine per le Criptovalute

by
Rohan Gulati
Reviewed by
min read
Last updated:

Se hai venduto o dismesso le tue criptovalute nell'ultimo anno, potresti essere soggetto a tasse sulle plusvalenze. È importante comprendere come funzionino le diverse tasse sulle plusvalenze per compilare correttamente la tua dichiarazione fiscale sulle criptovalute e ridurre al minimo l'imposta da pagare.

In questo articolo discutiamo tutte le nozioni di base che devi conoscere sulle plusvalenze e una guida dettagliata alle tasse sulle plusvalenze a lungo termine rispetto a quelle a breve termine per le tue criptovalute.

Cos'è l'imposta sulle plusvalenze per le criptovalute? 

Il profitto che guadagni ogni volta che ti disfi delle tue cripto è la tua plusvalenza. Poiché le cripto sono considerate una forma di bene di capitale, è necessario pagare le imposte sulle plusvalenze sui profitti che hai ottenuto dalla vendita del tuo bene. Ad esempio, se compri BTC a 1000 $ e lo vendi a 1500 $, il profitto di 500 $ è la tua plusvalenza. Tuttavia, se compri BTC a 2000 $ ma in seguito lo vendi a 1200 $, la differenza di 800 $ è considerata una perdita di capitale e può essere utilizzata per compensare le tue tasse.

Ci sono tre modi di disfarsi delle cripto in cui si guadagnano plusvalenze:

  • Vendita di criptovalute per valuta fiat 
  • Scambio di una cripto con un'altra cripto 
  • Utilizzo di cripto per acquistare beni o servizi 

Comprendere le imposte sulle plusvalenze a lungo termine rispetto a quelle a breve termine per le criptovalute 

Secondo l'IRS, sei tassato in modo diverso sulle tue cripto in base a quanto tempo le hai detenute. Se vendi le tue cripto in meno di un anno, le imposte sulle plusvalenze sono considerate a breve termine. Nel caso tu detenga le tue cripto per più di dodici mesi, le tasse ricadono sotto le imposte sulle plusvalenze a lungo termine. Entrambe queste tipologie di imposte sulle plusvalenze hanno diverse aliquote fiscali a seconda del periodo di detenzione, dello stato di presentazione della dichiarazione e della tua fascia di reddito per l'anno.

Eventi tassabili per le tue cripto 

Come discusso in precedenza, ci sono tre modi per disfarsi delle tue cripto che scatenano le imposte sulle plusvalenze. Vediamoli nel dettaglio.

  • Vendita di cripto - Sei tassato sulle plusvalenze quando vendi le tue cripto per valuta fiat. Ad esempio, se compri BTC a 1000 $ e poi, dopo otto mesi, lo vendi a 1200 $, è applicabile una plusvalenza a breve termine di 200 $. Lo stesso si applica anche se la transazione rientra nella categoria delle plusvalenze a lungo termine. ‍
  • Scambio di una cripto con un'altra - Questo evento si verifica quando scambi una cripto con un'altra cripto. Ad esempio, se compri BTC a 1000 $ e quando raggiunge 1200 $, lo scambi con ETH, la plusvalenza di 200 $ sul tuo BTC è tassabile. ‍
  • Utilizzo di cripto per acquistare beni e servizi - Secondo l'IRS, l'uso delle cripto per acquistare beni o servizi è soggetto a tassazione. Supponiamo che tu compri Bitcoin per 500 $ e dopo 5 anni il valore dello stesso raggiunga 10.000 $. Se ora usi questa cripto per acquistare una casa, incorri in una plusvalenza a lungo termine tassabile di 9500 $. 

Eccezioni all'imposta sulle plusvalenze per le cripto 

I token non fungibili (NFT) sono un'eccezione nella categoria delle plusvalenze in quanto sono soggetti a un'aliquota fiscale fissa del 28%, indipendentemente dal periodo di detenzione. Questo deve essere tenuto presente poiché potresti dover pagare tasse più elevate durante l'acquisto o la vendita di NFT. L'Imposta sul Reddito da Investimenti Netto (NIIT) aggiunge anche un sovrapprezzo fiscale del 3,8% alle persone con un reddito lordo adeguato modificato superiore a 200.000 $ e 250.000 $ per coppie sposate che presentano una dichiarazione congiunta. Il tuo stato potrebbe anche avere aliquote fiscali separate rispetto al governo federale a seconda della tua località.

Aliquota fiscale sulle plusvalenze per le cripto nel 2023 

Non esiste un'aliquota fiscale fissa sulle plusvalenze per le tue cripto. A seconda che le tue attività rientrino nella categoria a breve termine o a lungo termine e del tuo reddito per l'anno, l'aliquota fiscale può variare.

Ecco una suddivisione delle aliquote fiscali per gli anni finanziari 2022 e 2023 rispettivamente.

Tasso di imposta sulle plusvalenze a breve termine 

Le tue imposte sulle plusvalenze a breve termine sono basate sulle aliquote dell'Imposta Federale sul Reddito e sono le stesse aliquote del tuo reddito imponibile. Variano dal 10 al 37% a seconda del tuo reddito e dello stato di presentazione.

Per l'anno 2022, le aliquote fiscali sono:

Se sei disposto a pianificare in anticipo, ecco le aliquote fiscali per l'anno finanziario 2023 (tasse dovute nell'aprile 2024):

Aliquota fiscale sui guadagni da capitale a lungo termine 

Se detieni le tue risorse criptate per più di un anno, sei soggetto alla tassazione dei guadagni da capitale a lungo termine, che è più bassa per la maggior parte degli investitori. Se il tuo reddito è inferiore a $41,676, compresa la tua criptovaluta, non devi pagare alcuna tassa sui guadagni da capitale a lungo termine. Se guadagni più del reddito menzionato, sei soggetto a un'aliquota fiscale del 15% o 20%, a seconda del tuo reddito imponibile e dello stato della dichiarazione dei redditi.

Ecco l'aliquota fiscale sui guadagni da capitale a lungo termine per l'anno finanziario 2022.

Per l'anno finanziario 2023, ecco l'aliquota fiscale per i guadagni a lungo termine delle criptovalute.

Calcolare i Guadagni in Capitale delle Criptovalute

Ora che hai compreso la differenza tra le tasse sui guadagni in capitale a breve e lungo termine, sorge la domanda successiva: come si calcolano i guadagni in capitale delle criptovalute?

Per farlo, devi prima scoprire la base di costo. Questo valore rappresenta semplicemente l'importo che hai speso per acquistare le criptovalute, comprese le commissioni di transazione. Se non hai speso nulla per acquisire le criptovalute, nel caso in cui ti siano state regalate, considera il suo valore equo di mercato nel giorno in cui l'hai ricevuta come il costo di acquisizione. Il tuo guadagno o perdita in capitale è la differenza tra il valore di smaltimento delle criptovalute e la tua base di costo. Vuoi calcolare le tasse sulle criptovalute in pochi secondi e ridurre la tua imposta? Utilizza calcolatori fiscali per criptovalute come Kryptos per evitare calcoli manuali e prevenire errori. Basta importare tutte le tue transazioni e sfruttare funzioni automatizzate per risparmiare ingenti somme di denaro sulle tue tasse relative alle criptovalute. Una volta completato, puoi ora generare rapporti fiscali gratuiti conformi alle leggi locali.

FAQs

1. Qual è la differenza tra plusvalenze a lungo termine e a breve termine sulle criptovalute?

Le plusvalenze a lungo termine si verificano quando disponi dei tuoi asset crittografici dopo averli detenuti per più di dodici mesi. Al contrario, le plusvalenze a breve termine sono applicabili quando vendi o scambi la tua criptovaluta entro un anno dall'acquisizione. Le aliquote fiscali per queste due categorie differiscono in base al periodo di detenzione, alla fascia di reddito e allo stato di archiviazione.

2. Come vengono tassate le plusvalenze a lungo termine e quelle a breve termine per le transazioni in criptovaluta?‍

Le plusvalenze a breve termine sulle criptovalute sono tassate in base alle aliquote dell'imposta federale sul reddito, che sono le stesse delle normali aliquote sul reddito imponibile, che vanno dal 10 al 37%. Le plusvalenze a lungo termine, d'altro canto, godono di aliquote fiscali più favorevoli, spesso inferiori per la maggior parte degli investitori, che vanno dallo 0% al 20% in base al reddito imponibile e allo stato di dichiarazione.

3. Quali transazioni crittografiche comportano imposte sulle plusvalenze a lungo termine rispetto a quelle a breve termine?‍

La vendita di criptovaluta in cambio di valuta fiat, lo scambio di una criptovaluta con un'altra e l'utilizzo di criptovalute per acquistare beni o servizi sono le transazioni principali che possono far scattare le imposte sulle plusvalenze. La classificazione come a lungo o breve termine dipende da quanto tempo hai conservato la criptovaluta prima dello smaltimento.

4.Esistono eccezioni alle aliquote fiscali standard sulle plusvalenze a lungo termine e a breve termine per le criptovalute?‍

Sì, i token non fungibili (NFT) rappresentano un'eccezione. Sono tassati con un’aliquota fissa del 28% indipendentemente dal periodo di detenzione. Inoltre, la Net Investment Income Tax (NIIT) può aggiungere una sovrattassa fiscale del 3,8% per alcuni individui ad alto reddito.

5. Come posso calcolare le mie plusvalenze a lungo termine rispetto a quelle a breve termine sulle criptovalute?‍

Per calcolare le tue plusvalenze, determina la base dei costi, ovvero l'importo speso per l'acquisizione della criptovaluta, comprese eventuali commissioni di transazione. Sottrai questa base di costo dal valore di cessione della criptovaluta per ottenere la tua plusvalenza o perdita di capitale. Strumenti come i calcolatori delle tasse crittografiche possono automatizzare questo processo e garantire l'accuratezza.

All content on Kryptos serves general informational purposes only. It's not intended to replace any professional advice from licensed accountants, attorneys, or certified financial and tax professionals. The information is completed to the best of our knowledge and we at Kryptos do not claim either correctness or accuracy of the same. Before taking any tax position / stance, you should always consider seeking independent legal, financial, taxation or other advice from the professionals. Kryptos is not liable for any loss caused from the use of, or by placing reliance on, the information on this website. Kryptos disclaims any responsibility for the accuracy or adequacy of any positions taken by you in your tax returns. Thank you for being part of our community, and we're excited to continue guiding you on your crypto journey!

How we reviewed this article

Written by
Rohan Gulati

Marketing Lead at Kryptos, specializing in growth marketing strategies and Crypto and Blockchain Trainer

Reviewed by

Arrow

Tasse sulle Plusvalenze a Lungo Termine e a Breve Termine per le Criptovalute

By
Rohan Gulati
On

Se hai venduto o dismesso le tue criptovalute nell'ultimo anno, potresti essere soggetto a tasse sulle plusvalenze. È importante comprendere come funzionino le diverse tasse sulle plusvalenze per compilare correttamente la tua dichiarazione fiscale sulle criptovalute e ridurre al minimo l'imposta da pagare.

In questo articolo discutiamo tutte le nozioni di base che devi conoscere sulle plusvalenze e una guida dettagliata alle tasse sulle plusvalenze a lungo termine rispetto a quelle a breve termine per le tue criptovalute.

Cos'è l'imposta sulle plusvalenze per le criptovalute? 

Il profitto che guadagni ogni volta che ti disfi delle tue cripto è la tua plusvalenza. Poiché le cripto sono considerate una forma di bene di capitale, è necessario pagare le imposte sulle plusvalenze sui profitti che hai ottenuto dalla vendita del tuo bene. Ad esempio, se compri BTC a 1000 $ e lo vendi a 1500 $, il profitto di 500 $ è la tua plusvalenza. Tuttavia, se compri BTC a 2000 $ ma in seguito lo vendi a 1200 $, la differenza di 800 $ è considerata una perdita di capitale e può essere utilizzata per compensare le tue tasse.

Ci sono tre modi di disfarsi delle cripto in cui si guadagnano plusvalenze:

  • Vendita di criptovalute per valuta fiat 
  • Scambio di una cripto con un'altra cripto 
  • Utilizzo di cripto per acquistare beni o servizi 

Comprendere le imposte sulle plusvalenze a lungo termine rispetto a quelle a breve termine per le criptovalute 

Secondo l'IRS, sei tassato in modo diverso sulle tue cripto in base a quanto tempo le hai detenute. Se vendi le tue cripto in meno di un anno, le imposte sulle plusvalenze sono considerate a breve termine. Nel caso tu detenga le tue cripto per più di dodici mesi, le tasse ricadono sotto le imposte sulle plusvalenze a lungo termine. Entrambe queste tipologie di imposte sulle plusvalenze hanno diverse aliquote fiscali a seconda del periodo di detenzione, dello stato di presentazione della dichiarazione e della tua fascia di reddito per l'anno.

Eventi tassabili per le tue cripto 

Come discusso in precedenza, ci sono tre modi per disfarsi delle tue cripto che scatenano le imposte sulle plusvalenze. Vediamoli nel dettaglio.

  • Vendita di cripto - Sei tassato sulle plusvalenze quando vendi le tue cripto per valuta fiat. Ad esempio, se compri BTC a 1000 $ e poi, dopo otto mesi, lo vendi a 1200 $, è applicabile una plusvalenza a breve termine di 200 $. Lo stesso si applica anche se la transazione rientra nella categoria delle plusvalenze a lungo termine. ‍
  • Scambio di una cripto con un'altra - Questo evento si verifica quando scambi una cripto con un'altra cripto. Ad esempio, se compri BTC a 1000 $ e quando raggiunge 1200 $, lo scambi con ETH, la plusvalenza di 200 $ sul tuo BTC è tassabile. ‍
  • Utilizzo di cripto per acquistare beni e servizi - Secondo l'IRS, l'uso delle cripto per acquistare beni o servizi è soggetto a tassazione. Supponiamo che tu compri Bitcoin per 500 $ e dopo 5 anni il valore dello stesso raggiunga 10.000 $. Se ora usi questa cripto per acquistare una casa, incorri in una plusvalenza a lungo termine tassabile di 9500 $. 

Eccezioni all'imposta sulle plusvalenze per le cripto 

I token non fungibili (NFT) sono un'eccezione nella categoria delle plusvalenze in quanto sono soggetti a un'aliquota fiscale fissa del 28%, indipendentemente dal periodo di detenzione. Questo deve essere tenuto presente poiché potresti dover pagare tasse più elevate durante l'acquisto o la vendita di NFT. L'Imposta sul Reddito da Investimenti Netto (NIIT) aggiunge anche un sovrapprezzo fiscale del 3,8% alle persone con un reddito lordo adeguato modificato superiore a 200.000 $ e 250.000 $ per coppie sposate che presentano una dichiarazione congiunta. Il tuo stato potrebbe anche avere aliquote fiscali separate rispetto al governo federale a seconda della tua località.

Aliquota fiscale sulle plusvalenze per le cripto nel 2023 

Non esiste un'aliquota fiscale fissa sulle plusvalenze per le tue cripto. A seconda che le tue attività rientrino nella categoria a breve termine o a lungo termine e del tuo reddito per l'anno, l'aliquota fiscale può variare.

Ecco una suddivisione delle aliquote fiscali per gli anni finanziari 2022 e 2023 rispettivamente.

Tasso di imposta sulle plusvalenze a breve termine 

Le tue imposte sulle plusvalenze a breve termine sono basate sulle aliquote dell'Imposta Federale sul Reddito e sono le stesse aliquote del tuo reddito imponibile. Variano dal 10 al 37% a seconda del tuo reddito e dello stato di presentazione.

Per l'anno 2022, le aliquote fiscali sono:

Se sei disposto a pianificare in anticipo, ecco le aliquote fiscali per l'anno finanziario 2023 (tasse dovute nell'aprile 2024):

Aliquota fiscale sui guadagni da capitale a lungo termine 

Se detieni le tue risorse criptate per più di un anno, sei soggetto alla tassazione dei guadagni da capitale a lungo termine, che è più bassa per la maggior parte degli investitori. Se il tuo reddito è inferiore a $41,676, compresa la tua criptovaluta, non devi pagare alcuna tassa sui guadagni da capitale a lungo termine. Se guadagni più del reddito menzionato, sei soggetto a un'aliquota fiscale del 15% o 20%, a seconda del tuo reddito imponibile e dello stato della dichiarazione dei redditi.

Ecco l'aliquota fiscale sui guadagni da capitale a lungo termine per l'anno finanziario 2022.

Per l'anno finanziario 2023, ecco l'aliquota fiscale per i guadagni a lungo termine delle criptovalute.

Calcolare i Guadagni in Capitale delle Criptovalute

Ora che hai compreso la differenza tra le tasse sui guadagni in capitale a breve e lungo termine, sorge la domanda successiva: come si calcolano i guadagni in capitale delle criptovalute?

Per farlo, devi prima scoprire la base di costo. Questo valore rappresenta semplicemente l'importo che hai speso per acquistare le criptovalute, comprese le commissioni di transazione. Se non hai speso nulla per acquisire le criptovalute, nel caso in cui ti siano state regalate, considera il suo valore equo di mercato nel giorno in cui l'hai ricevuta come il costo di acquisizione. Il tuo guadagno o perdita in capitale è la differenza tra il valore di smaltimento delle criptovalute e la tua base di costo. Vuoi calcolare le tasse sulle criptovalute in pochi secondi e ridurre la tua imposta? Utilizza calcolatori fiscali per criptovalute come Kryptos per evitare calcoli manuali e prevenire errori. Basta importare tutte le tue transazioni e sfruttare funzioni automatizzate per risparmiare ingenti somme di denaro sulle tue tasse relative alle criptovalute. Una volta completato, puoi ora generare rapporti fiscali gratuiti conformi alle leggi locali.

FAQs

1. Qual è la differenza tra plusvalenze a lungo termine e a breve termine sulle criptovalute?

Le plusvalenze a lungo termine si verificano quando disponi dei tuoi asset crittografici dopo averli detenuti per più di dodici mesi. Al contrario, le plusvalenze a breve termine sono applicabili quando vendi o scambi la tua criptovaluta entro un anno dall'acquisizione. Le aliquote fiscali per queste due categorie differiscono in base al periodo di detenzione, alla fascia di reddito e allo stato di archiviazione.

2. Come vengono tassate le plusvalenze a lungo termine e quelle a breve termine per le transazioni in criptovaluta?‍

Le plusvalenze a breve termine sulle criptovalute sono tassate in base alle aliquote dell'imposta federale sul reddito, che sono le stesse delle normali aliquote sul reddito imponibile, che vanno dal 10 al 37%. Le plusvalenze a lungo termine, d'altro canto, godono di aliquote fiscali più favorevoli, spesso inferiori per la maggior parte degli investitori, che vanno dallo 0% al 20% in base al reddito imponibile e allo stato di dichiarazione.

3. Quali transazioni crittografiche comportano imposte sulle plusvalenze a lungo termine rispetto a quelle a breve termine?‍

La vendita di criptovaluta in cambio di valuta fiat, lo scambio di una criptovaluta con un'altra e l'utilizzo di criptovalute per acquistare beni o servizi sono le transazioni principali che possono far scattare le imposte sulle plusvalenze. La classificazione come a lungo o breve termine dipende da quanto tempo hai conservato la criptovaluta prima dello smaltimento.

4.Esistono eccezioni alle aliquote fiscali standard sulle plusvalenze a lungo termine e a breve termine per le criptovalute?‍

Sì, i token non fungibili (NFT) rappresentano un'eccezione. Sono tassati con un’aliquota fissa del 28% indipendentemente dal periodo di detenzione. Inoltre, la Net Investment Income Tax (NIIT) può aggiungere una sovrattassa fiscale del 3,8% per alcuni individui ad alto reddito.

5. Come posso calcolare le mie plusvalenze a lungo termine rispetto a quelle a breve termine sulle criptovalute?‍

Per calcolare le tue plusvalenze, determina la base dei costi, ovvero l'importo speso per l'acquisizione della criptovaluta, comprese eventuali commissioni di transazione. Sottrai questa base di costo dal valore di cessione della criptovaluta per ottenere la tua plusvalenza o perdita di capitale. Strumenti come i calcolatori delle tasse crittografiche possono automatizzare questo processo e garantire l'accuratezza.

All content on Kryptos serves general informational purposes only. It's not intended to replace any professional advice from licensed accountants, attorneys, or certified financial and tax professionals. The information is completed to the best of our knowledge and we at Kryptos do not claim either correctness or accuracy of the same. Before taking any tax position / stance, you should always consider seeking independent legal, financial, taxation or other advice from the professionals. Kryptos is not liable for any loss caused from the use of, or by placing reliance on, the information on this website. Kryptos disclaims any responsibility for the accuracy or adequacy of any positions taken by you in your tax returns. Thank you for being part of our community, and we're excited to continue guiding you on your crypto journey!

You might also like:
Blog Image

Navigating DeFi Taxes in the UK: A Comprehensive Guide for 2024

DeFi

Have you ever thought about how your DeFi activities might affect your taxes? Well, chances are you have!

Blog Image

How Exchange Fees Can Reduce Your Crypto Taxes In USA

General

Learn how exchange fees can lower your crypto tax bill in the USA this year 2024.

Blog Image

How to Report your Crypto Taxes in the USA

General

Are you ready to File your Crypto taxes? Then make sure you do it right. Learn what crypto tax forms you'll need and how to report your crypto activities to the IRS before April 15th.