Norme fiscali per il trading di futures e opzioni su criptovalute

by
Rohan Gulati
Reviewed by
min read
Last updated:

Comprendere le norme fiscali per il trading di criptovalute è fondamentale se si desidera evitare potenziali sanzioni da parte dell'Internal Revenue Service (IRS). Segnalare correttamente le tue operazioni di criptovaluta può aiutarti a ridurre le tue passività fiscali ed evitare sorprese indesiderate durante la stagione fiscale.

In questo articolo, discutiamo di tutto ciò che devi sapere sui futures crittografici e sul trading di opzioni, su come vengono tassati negli Stati Uniti e rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti.

Cos'è il trading di futures e opzioni su criptovalute?

Il trading di futures su criptovalute prevede un contratto predeterminato che consente al trader di acquistare o vendere un asset crittografico a un prezzo predeterminato, in qualsiasi momento durante la durata del contratto. 

Il trading di opzioni crittografiche è uno scambio predeterminato tra un acquirente e un venditore che obbliga l'acquirente ad acquistare una quantità specifica di criptovaluta (e il venditore a consegnarla) a un prezzo predeterminato e a una data futura. Il diritto di acquistare l'asset è chiamato opzione "call", mentre il diritto di vendere è chiamato opzione "put".

Implicazioni fiscali del trading di opzioni crittografiche

Negli Stati Uniti, il trattamento fiscale del trading di opzioni crittografiche è simile a quello del trading di opzioni su azioni. Sei soggetto alla tassa sulle criptovalute quando:

  • Esercita il contratto di opzioni per acquistare o vendere criptovalute
  • Vendi le opzioni
  • Il contratto di opzione scade. 

Se sei un acquirente, ecco alcuni eventi imponibili da considerare:

  • Se detieni un contratto di opzioni e scade, la base di costo è considerata pari a zero e puoi detrarre il premio pagato al momento dell'acquisto del contratto come minusvalenza. 
  • Se eserciti il ​​contratto di opzione, la differenza tra il prezzo di esercizio (il prezzo predeterminato al quale acquisti o vendi) e il valore equo di mercato della criptovaluta al momento della negoziazione è considerata una plusvalenza o minusvalenza.
  • Se vendi le opzioni prima della scadenza, la differenza tra il prezzo di vendita e il costo base (ovvero il prezzo al quale hai acquistato le opzioni) è considerata una plusvalenza o minusvalenza.

Se detieni la criptovaluta per più di un anno, qualsiasi profitto derivante dall'esercizio delle opzioni o dalla vendita del contratto è considerato plusvalenza a lungo termine e l'aliquota fiscale è dello 0%, 15% o 20% a seconda del tuo reddito imponibile. 

Nel caso in cui detieni la criptovaluta per meno di 12 mesi, i guadagni sono considerati plusvalenze a breve termine e l'aliquota fiscale è la stessa del tuo reddito ordinario.

Regole per la vendita dei lavaggi

La regola della wash sale significa che se realizzi una perdita su alcuni dei tuoi asset, non puoi implementare la tua opzione “call” per riacquistare gli stessi asset (sia per la stessa opzione che per opzioni diverse) entro 30 giorni. 

In tal caso, le perdite derivanti dalla vendita, insieme al premio di chiamata, verranno aggiunte alla base del costo delle attività acquistate. Nel caso in cui si acquisti lo stesso asset con opzioni diverse, la perdita viene aggiunta al premio della call. 

Sebbene ciò sia applicabile ad altri investimenti come le azioni, le criptovalute sono attualmente esentate da questa regola. 

Implicazioni fiscali del trading di futures su criptovalute

Analogamente al trading di opzioni, qualsiasi profitto o perdita derivante dal trading di futures su criptovalute è trattato come plusvalenza o minusvalenza soggetta a tasse. È solo quando chiudi il contratto che incorri in un'imposta sulle plusvalenze o realizzi una perdita di capitale.

Secondo l'IRS, se il contratto futures ai sensi della Sezione 1256 produce una plusvalenza o una minusvalenza e gli utili o le perdite si aprono alla fine dell'anno o vengono risolti durante l'anno, è soggetto a una remunerazione del 60% a lungo termine e del 40% a breve aliquota fiscale a termine, indipendentemente dalla durata del contratto. In questo caso non è applicabile alcuna regola di lavaggio-vendita. 

Ciò significa che se riporti $ 10.000 di plusvalenze nel trading di futures con un reddito imponibile totale di $ 3.00.000 - $ 6.000 del tuo profitto saranno soggetti a un'aliquota fiscale sulle plusvalenze a lungo termine del 15% e $ 4.000 ricadranno sotto l'imposta sulle plusvalenze a breve termine. .

È consentito riportare le perdite per un massimo di tre anni, riportando prima le perdite per il primo anno e poi quelle rimanenti agli anni successivi. Ciò viene applicato a condizione che le perdite riportate non superino i guadagni netti di quello specifico anno.

In che modo Kryptos può aiutare con le tasse sul trading di criptovalute F&O?

Che tu stia negoziando in futures o opzioni, Kryptos può aiutarti a calcolare tutte le tue passività fiscali in pochi minuti. Non è necessario tenere traccia manualmente della cronologia delle transazioni o determinare le aliquote fiscali applicabili. 

Importa semplicemente le tue transazioni nell'app Kryptos e nella piattaforma automaticamente:

  • Tiene traccia delle tue transazioni e del valore equo di mercato della criptovaluta durante il periodo della transazione nella tua valuta 
  • Calcola le nostre transazioni imponibili e calcola tutte le tasse crittografiche applicabili
  • Scopri eventuali opportunità di risparmio fiscale e applicale automaticamente 
  • Genera report fiscali conformi alle leggi dell'IRS

Pronti per iniziare? Iscriviti ora .

FAQs

1. Qual è l'aliquota fiscale del commercio futuro?

Il trading futuro è soggetto a un'imposta a lungo termine del 60% e a un'imposta a breve termine del 40% su eventuali plusvalenze realizzate, indipendentemente dalla durata del contratto. L'aliquota delle plusvalenze a lungo termine è dello 0%, 15% o 20% a seconda della fascia di reddito, mentre l'aliquota delle plusvalenze a breve termine è uguale all'imposta ordinaria sul reddito.

2. La negoziazione di futures e opzioni è tassabile?

Sì, il trading di criptovalute in futures e opzioni è soggetto a tassazione negli Stati Uniti. Come per altri investimenti, i guadagni e le perdite derivanti dal trading di futures e opzioni su criptovalute devono essere riportati nella dichiarazione dei redditi.

3. Come tassate i redditi derivanti da futures e opzioni?

L'IRS tratta le criptovalute come proprietà a fini fiscali, quindi le regole generali per la tassazione dei futures e delle opzioni si applicano anche alle criptovalute. Il trading futuro è soggetto a un'imposta a lungo termine del 60% e a un'imposta a breve termine del 40% su eventuali plusvalenze realizzate, indipendentemente dalla durata del contratto. 

Per il trading di opzioni, se detieni la criptovaluta per più di un anno, qualsiasi profitto derivante dall'esercizio delle opzioni o dalla vendita del contratto è considerato plusvalenza a lungo termine. Nel caso in cui detieni la criptovaluta per meno di 12 mesi, i guadagni sono considerati plusvalenze a breve termine. 

L'aliquota delle plusvalenze a lungo termine è dello 0%, 15% o 20% a seconda della fascia di reddito, mentre l'aliquota delle plusvalenze a breve termine è uguale all'imposta ordinaria sul reddito.

All content on Kryptos serves general informational purposes only. It's not intended to replace any professional advice from licensed accountants, attorneys, or certified financial and tax professionals. The information is completed to the best of our knowledge and we at Kryptos do not claim either correctness or accuracy of the same. Before taking any tax position / stance, you should always consider seeking independent legal, financial, taxation or other advice from the professionals. Kryptos is not liable for any loss caused from the use of, or by placing reliance on, the information on this website. Kryptos disclaims any responsibility for the accuracy or adequacy of any positions taken by you in your tax returns. Thank you for being part of our community, and we're excited to continue guiding you on your crypto journey!

Arrow

Norme fiscali per il trading di futures e opzioni su criptovalute

By
Rohan Gulati
On

Comprendere le norme fiscali per il trading di criptovalute è fondamentale se si desidera evitare potenziali sanzioni da parte dell'Internal Revenue Service (IRS). Segnalare correttamente le tue operazioni di criptovaluta può aiutarti a ridurre le tue passività fiscali ed evitare sorprese indesiderate durante la stagione fiscale.

In questo articolo, discutiamo di tutto ciò che devi sapere sui futures crittografici e sul trading di opzioni, su come vengono tassati negli Stati Uniti e rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti.

Cos'è il trading di futures e opzioni su criptovalute?

Il trading di futures su criptovalute prevede un contratto predeterminato che consente al trader di acquistare o vendere un asset crittografico a un prezzo predeterminato, in qualsiasi momento durante la durata del contratto. 

Il trading di opzioni crittografiche è uno scambio predeterminato tra un acquirente e un venditore che obbliga l'acquirente ad acquistare una quantità specifica di criptovaluta (e il venditore a consegnarla) a un prezzo predeterminato e a una data futura. Il diritto di acquistare l'asset è chiamato opzione "call", mentre il diritto di vendere è chiamato opzione "put".

Implicazioni fiscali del trading di opzioni crittografiche

Negli Stati Uniti, il trattamento fiscale del trading di opzioni crittografiche è simile a quello del trading di opzioni su azioni. Sei soggetto alla tassa sulle criptovalute quando:

  • Esercita il contratto di opzioni per acquistare o vendere criptovalute
  • Vendi le opzioni
  • Il contratto di opzione scade. 

Se sei un acquirente, ecco alcuni eventi imponibili da considerare:

  • Se detieni un contratto di opzioni e scade, la base di costo è considerata pari a zero e puoi detrarre il premio pagato al momento dell'acquisto del contratto come minusvalenza. 
  • Se eserciti il ​​contratto di opzione, la differenza tra il prezzo di esercizio (il prezzo predeterminato al quale acquisti o vendi) e il valore equo di mercato della criptovaluta al momento della negoziazione è considerata una plusvalenza o minusvalenza.
  • Se vendi le opzioni prima della scadenza, la differenza tra il prezzo di vendita e il costo base (ovvero il prezzo al quale hai acquistato le opzioni) è considerata una plusvalenza o minusvalenza.

Se detieni la criptovaluta per più di un anno, qualsiasi profitto derivante dall'esercizio delle opzioni o dalla vendita del contratto è considerato plusvalenza a lungo termine e l'aliquota fiscale è dello 0%, 15% o 20% a seconda del tuo reddito imponibile. 

Nel caso in cui detieni la criptovaluta per meno di 12 mesi, i guadagni sono considerati plusvalenze a breve termine e l'aliquota fiscale è la stessa del tuo reddito ordinario.

Regole per la vendita dei lavaggi

La regola della wash sale significa che se realizzi una perdita su alcuni dei tuoi asset, non puoi implementare la tua opzione “call” per riacquistare gli stessi asset (sia per la stessa opzione che per opzioni diverse) entro 30 giorni. 

In tal caso, le perdite derivanti dalla vendita, insieme al premio di chiamata, verranno aggiunte alla base del costo delle attività acquistate. Nel caso in cui si acquisti lo stesso asset con opzioni diverse, la perdita viene aggiunta al premio della call. 

Sebbene ciò sia applicabile ad altri investimenti come le azioni, le criptovalute sono attualmente esentate da questa regola. 

Implicazioni fiscali del trading di futures su criptovalute

Analogamente al trading di opzioni, qualsiasi profitto o perdita derivante dal trading di futures su criptovalute è trattato come plusvalenza o minusvalenza soggetta a tasse. È solo quando chiudi il contratto che incorri in un'imposta sulle plusvalenze o realizzi una perdita di capitale.

Secondo l'IRS, se il contratto futures ai sensi della Sezione 1256 produce una plusvalenza o una minusvalenza e gli utili o le perdite si aprono alla fine dell'anno o vengono risolti durante l'anno, è soggetto a una remunerazione del 60% a lungo termine e del 40% a breve aliquota fiscale a termine, indipendentemente dalla durata del contratto. In questo caso non è applicabile alcuna regola di lavaggio-vendita. 

Ciò significa che se riporti $ 10.000 di plusvalenze nel trading di futures con un reddito imponibile totale di $ 3.00.000 - $ 6.000 del tuo profitto saranno soggetti a un'aliquota fiscale sulle plusvalenze a lungo termine del 15% e $ 4.000 ricadranno sotto l'imposta sulle plusvalenze a breve termine. .

È consentito riportare le perdite per un massimo di tre anni, riportando prima le perdite per il primo anno e poi quelle rimanenti agli anni successivi. Ciò viene applicato a condizione che le perdite riportate non superino i guadagni netti di quello specifico anno.

In che modo Kryptos può aiutare con le tasse sul trading di criptovalute F&O?

Che tu stia negoziando in futures o opzioni, Kryptos può aiutarti a calcolare tutte le tue passività fiscali in pochi minuti. Non è necessario tenere traccia manualmente della cronologia delle transazioni o determinare le aliquote fiscali applicabili. 

Importa semplicemente le tue transazioni nell'app Kryptos e nella piattaforma automaticamente:

  • Tiene traccia delle tue transazioni e del valore equo di mercato della criptovaluta durante il periodo della transazione nella tua valuta 
  • Calcola le nostre transazioni imponibili e calcola tutte le tasse crittografiche applicabili
  • Scopri eventuali opportunità di risparmio fiscale e applicale automaticamente 
  • Genera report fiscali conformi alle leggi dell'IRS

Pronti per iniziare? Iscriviti ora .

FAQs

1. Qual è l'aliquota fiscale del commercio futuro?

Il trading futuro è soggetto a un'imposta a lungo termine del 60% e a un'imposta a breve termine del 40% su eventuali plusvalenze realizzate, indipendentemente dalla durata del contratto. L'aliquota delle plusvalenze a lungo termine è dello 0%, 15% o 20% a seconda della fascia di reddito, mentre l'aliquota delle plusvalenze a breve termine è uguale all'imposta ordinaria sul reddito.

2. La negoziazione di futures e opzioni è tassabile?

Sì, il trading di criptovalute in futures e opzioni è soggetto a tassazione negli Stati Uniti. Come per altri investimenti, i guadagni e le perdite derivanti dal trading di futures e opzioni su criptovalute devono essere riportati nella dichiarazione dei redditi.

3. Come tassate i redditi derivanti da futures e opzioni?

L'IRS tratta le criptovalute come proprietà a fini fiscali, quindi le regole generali per la tassazione dei futures e delle opzioni si applicano anche alle criptovalute. Il trading futuro è soggetto a un'imposta a lungo termine del 60% e a un'imposta a breve termine del 40% su eventuali plusvalenze realizzate, indipendentemente dalla durata del contratto. 

Per il trading di opzioni, se detieni la criptovaluta per più di un anno, qualsiasi profitto derivante dall'esercizio delle opzioni o dalla vendita del contratto è considerato plusvalenza a lungo termine. Nel caso in cui detieni la criptovaluta per meno di 12 mesi, i guadagni sono considerati plusvalenze a breve termine. 

L'aliquota delle plusvalenze a lungo termine è dello 0%, 15% o 20% a seconda della fascia di reddito, mentre l'aliquota delle plusvalenze a breve termine è uguale all'imposta ordinaria sul reddito.

All content on Kryptos serves general informational purposes only. It's not intended to replace any professional advice from licensed accountants, attorneys, or certified financial and tax professionals. The information is completed to the best of our knowledge and we at Kryptos do not claim either correctness or accuracy of the same. Before taking any tax position / stance, you should always consider seeking independent legal, financial, taxation or other advice from the professionals. Kryptos is not liable for any loss caused from the use of, or by placing reliance on, the information on this website. Kryptos disclaims any responsibility for the accuracy or adequacy of any positions taken by you in your tax returns. Thank you for being part of our community, and we're excited to continue guiding you on your crypto journey!

You might also like:
Blog Image

Canada Crypto Tax Evasion: Risks Involved

Taxes

Want to know what risks are associated with crypto tax evasion in Canada. Our guide provides insights into the consequences and legal implications.

Blog Image

How to Report Crypto Taxes with TurboTax Canada in 2024

Taxes

Simplify Canada crypto tax reporting with TurboTax & Kryptos in 2024. Our guide offers step-by-step insights, ensuring accuracy & compliance.

Blog Image

Canada Crypto Tax Loss Harvesting Guide 2024

General

Master Canada's crypto tax This 2024 with our guide. Optimize gains using effective tax loss harvesting techniques. Stay compliant, minimize liabilities, and navigate crypto taxes seamlessly with our expert insights.